martedì 1 maggio 2018

sabato 28 aprile 2018

Anima



C'è stato un periodo della mia vita, in cui le uniche relazioni autentiche le sentivo con i bambini, gli animali, la natura, con gli adulti no...gli adulti erano già contaminati.
Questa contaminazione la chiamavano adattamento alla vita reale...che poi era la messa in scena della vita sociale e di molte di quelle regole che interiormente non sentivano né giuste né logiche .
 Solo in alcuni anziani riconoscevo la capacità di ritornare alla propria anima...I più morivano senza averla più riconosciuta.

GiulJanas

https://sojanas.blogspot.it/2016/10/tirava-sassi-nel-mare.html

martedì 20 febbraio 2018

Almeno lasciate libero il mare, prima del diluvio universale.


Vedo il futuro...
- e come fai?
Mi volto indietro, tutto si ripete, la vita è una narrazione di uomini che si raccontano sempre la stessa storia, ma con l'accortezza di cambiare i nomi e un po’ la scenografia…
In Principio,
il sole quando sorgeva era lì per tutti
l'albero quando faceva ombra, donava ombra a chiunque
non selezionava per razza e classe sociale,
così il fiore che sbocciava in un prato o la pioggia che cadeva…
Solo gli uomini furono così stolti...inventarono la parola Mio
e in contrapposizione la parola Tuo e Nostro,
ma nostro non era per tutti.
Iniziarono a credere in qualcosa da conquistare
costruivano muri con pietre che una volta erano di tutti
incanalavano sorgenti che una volta erano di tutti
dividevano cieli e mari in confini immaginari
confini territoriali : Paga se vuoi passare…
Consumavano le risorse della terra
che una volta erano lì per tutti ..
Il primo passaggio di proprietà
fu un appropriazione indebita.
Infine,
il Paradiso
divenne un Purga-torio
con un evidente imperativo :
andate tutti a cagare.

Giuljanas

martedì 30 gennaio 2018