giovedì 12 febbraio 2009

L'Amore


Oggi ho deciso di fare un post su quest'argomento: L'amore
è da ieri che meditavo di farlo, già ne avevo parlato tempo fa, riportando un brano scritto da Jiddu Krishnamurti !
E lo voglio fare proprio ispirandomi a quanto da lui scritto, e sulle riflessioni che dalla sua lettura ne sono nate!
Stavolta scrivo soprattutto per me, e non mi importa se sarò prolissa, contraddittoria, ridondante!
Stavolta scrivo a ruota libera, perché ho bisogno di dare corpo ai pensieri, di renderli visibili e concreti anche per me !
Perché quando si pensa... le connessioni sono cosi tante, che si fatica, a seguirle senza perdersi in ventimila considerazioni!
Recentemente mi è capitato di ripensare spesso a cosa noi generalmente intendiamo per amore, l'amore che crediamo di dare, quello che crediamo di ricevere, quelle che pensiamo siano manifestazioni d'amore, quello che pensiamo non lo siano!
Temo che in merito ci sia una grande ...immensa confusione!
Ecco allora la domanda: che cos'è veramente L'amore?
E la risposta? ...un grande immenso gigantesco punto interrogativo?
Ma se volessi sintetizzare ora, quello che penso sia il mio concetto d' amore, forse userei le parole:
“amare è dare, lasciando che l'oggetto dell'amore sia libero di essere, senza volerlo pensare come una cosa nostra, senza pensare che ci debba rendere conto di qualcosa....lasciarlo libero anche di andare, di non corrispondere, di essere così com'è, senza nulla pretendere!”
L'amore spesso come lo intendiamo noi, in realtà ha poco dell'amore, prevede il possesso, prevede la gelosia, prevede il controllo, prevede il nostro bisogno di essere amati e la paura di perdere questo amore, la paura del dolore che questo ci può provocare!
A guardarli bene, sono tutti sentimenti che nascono da nostre egoistiche necessità!
Amiamo un fiore, e lo strappiamo per portarlo con noi ...ma se l'amassimo veramente forse lo lasceremo li dove si trova! Godremo della sua bellezza, e delle emozioni che ci regala!
L'amore che conosciamo noi si esplica in questo costante tentativo di “trattenere” o prendere, mentre l'amore il più delle volte prevede il sacrificio di “ lasciare andare” o lasciare semplicemente “essere le cose, le persone, i sentimenti”
Così scusate se ritorno ancora alla storia di Eluana...ma penso che mai sia stata amata tanto dai genitori proprio come in questo momento! Loro sono andati oltre, ad un livello di amore che molti nemmeno possono immaginare, hanno vinto il desiderio di trattenere la loro figlia in una parvenza di vita e invece vengono accusati di essersi voluti disfare di un problema!
Tanto deviato è il nostro concetto di amore?
Si, perché credo che fondamentalmente non abbiamo ancora del tutto imparato ad amare noi stessi, e allora cerchiamo quell'amore che noi non riusciamo a darci, lo cerchiamo e lo esigiamo dagli altri!
E' ovvio che in questo modo ne siamo dipendenti, come ad una fonte di energia irrinunciabile, da cui attingere per continuare a vivere, come un ossigeno ...come l'aria che dobbiamo respirare!
Così, se non ci sentiamo amati, arriviamo a pensare che non valiamo niente, che non meritiamo niente o ci sentiamo vittime di una grande ingiustizia e di un mondo crudele!
Ma la realtà vera è che siamo noi, che non siamo in grado di amare!
Penso che se provassimo ad imparare a volerci bene, a conoscerci fino nel nostro profondo, scopriremo quali persone meravigliose siamo, e riusciremo ad accettare e ad amare gli altri, per le meravigliose persone che sono, e non ci sarebbe sforzo, costrizione o paura in questo amore, sarebbe naturale, perché viene dal profondo, viene da quella meraviglia e coinvolgimento che proviamo quando vediamo in natura qualcosa di bello, e lo ammiriamo così, per la sua straordinarietà!
Restiamo in silenziosa contemplazione, senza nulla chiedere...felici di poter vedere quello spettacolo e di vivere quest'amore, prenderlo così come viene e per quello che ci da ...senza volerlo fermare per paura che la meraviglia non si ripeta!

Si ripeterebbe ogni giorno e in modo diverso, se solo avessimo occhi per guardare!
(le cose da dire sarebbero tante.....)

39 commenti:

pmor ha detto...

Carissima, che dire? Che quanto hai scritto non è né ridondante né prolisso, ma semplicemente perfetto. L'amore è proprio quello di cui parli tu. Incondizionato. Ho la sensazione che se noi fossimo capaci di partire da noi stessi, dall'amarci in quel modo da te così meravigliosamente descritto, saremme sicuramente più bravi anche ad amare gli altri semplicemente per quel che sono. Il nostro amore, invece, è quasi sempre un cercare conferme di noi stessi nell'altra persona. Per questo dovremmo partire da noi, amarci permettendoci di essere ciò che siamo. E lasciarci per questo liberi di pensare, agire, sbagliare. Sicuri di piacerci, allora saremo senz'ombra di dubbio in grado di amare anche altre persone senza ricattare questo meraviglioso sentimento con i se, con i ma, con "vorrei tu cambiassi".. scusa, sono stato prolisso anch'io, ma il tuo commento mi ha colpito. Anzi, se non ti spiace farò un rimando sul mio blog nella speranza di mandare da queste parti qualche visitatore del mio fiume per sentire anche altre campane. Un abbraccio. E grazie

sileno ha detto...

Con le tue parole così profonde e così piene di umanità, mi hai aperto dei nuovi orizzonti.
Grazie
Sileno

ellen ha detto...

"Amiamo un fiore, e lo strappiamo per portarlo con noi ...ma se l'amassimo veramente forse lo lasceremo li dove si trova! Godremo della sua bellezza, e delle emozioni che ci regala!"
è questo, il succo della questione.
amore è egoismo, spesso, perchè a volte è doloroso pensare di non poter avere quel fiore tutto per noi. però il fiore sarà ben più felice di restare attaccato alla terra, e non per questo sarà meno nostro....
Penso. non lo so.
è un periodo di grandi dubbi, janas cara. leggo e condivido, ma ci vuol sempre una grande forza.

laumig ha detto...

grazie janas per questo tuo profondo ed emozionante post.

Pimpinella ha detto...

Niente di più vero...
Grazie

Pimpinella

Stefi ha detto...

ma che bella questa foto!!

[[[ahah! scusa, ma non posso resistere:..dimmi..ahah..che ci facevi con il "quattroruote" a venezia?!?!ahahhhhhhh! ok, detto!]]]

la tua espressione nella foto è perfetta con le parole!
Restiamo in silenziosa contemplazione, senza nulla chiedere...felici di poter vedere quello spettacolo e di vivere quest'amore, prenderlo così come viene e per quello che ci da ...senza volerlo fermare per paura che la meraviglia non si ripeta!
Si ripeterebbe ogni giorno e in modo diverso, se solo avessimo occhi per guardare!

questa frase..proprio questa!..mi piace!!e m'ha spiazzato! intontita davanti alla forza delle parole..
e che c'è ancora da dire?!?!niente..hai già detto tutto!!
ah, forse che..eheh..allora è proprio vero!..che tu vedi otto dita, intendo!
;)
lo sapevo lo sapevoooooo

ps. fallo più spesso (di scrivere per te convinta di sembrare prolissa, contraddittoria e ridondante)..è stato una meraviglia!
un baso

beyk happel ha detto...

Posseggo la più grande collezione di sabbia delle più belle spiagge della terra che esista al mondo: se volete vederla recatevi là, visitatele ad una ad una, guardatele senza risparmiarvi ed esse saranno vostre.
Non so se le parole sono esatte e non ricordo più chi le scrisse.
Credo rendano l'idea.
Grazie, Janas, per averci ancora una volta stimolato, nella zucca e nell'anima.

radha ha detto...

passo veloce e di dò una carezza..
ah ah
e un abbraccio forte...

JANAS ha detto...

Paolo grazie a te! per il bellissimo commento, e per aver dedicato un link a questo post nel tuo blog! :) pochi giorni fa ho incontrato una frase di Jim Morrison che mi ripeto continuamente e che dice: "La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo." questo per ribadire quanto anche tu riporti nel commento, tutto parte da noi...e il mondo ci risponde come uno specchio riflesso! :))

Sileno a te?..che di orizzonti ne hai di bellissimi? grazie Sileno! diciamo che li abbiamo condivisi! ;)))

Ellen ci vuole grande forza per amare se stessi? Si credo proprio di si! Hai ragione, non è facile e anch'io devo imparare a farlo!
Lo so che è un periodo di grande confusione, ti leggo...anche se non commento tutte le volte! ;) penso che ogni periodo di crisi o confusione, di solito segnano un passaggio, una svolta e spesso sono indispensabili per fare chiarezza! sorridi :D

Laumig, grazie a te per esser stata qui a condividerlo con noi! :)

Pimpinella...hai scelto per rappresentarti un nome e un immagine con un sorriso che occupa tutta la faccia e arriva fino agli occhi...e già così porti il buon umore...:)

Stefi...ahahahah! ma sai che noto solo ora che avevo il quattroruote? ahahah! e proprio a Venezia..chissà forse cercavo giusto quattro ruote da usare come ciambelle nel Canal...
boh! non ricordo.. quella foto risale a ben 18 anni fa...ma di sicuro non era un mio acquisto!!
ricordi la mostra sui Celti? ...è quel giorno lì...chissà forse io e te alla medesima mostra...forse ci siamo sfiorate..chissà! tu piccola ragazzina...

si ..quando sono ubriaca...anche di più di otto!!
un super abbraccio!! :)))

Beik...rendono perfettamente l'idea, niente di più azzeccato! :))
Az..Beik ora sarò costretta a riportare nella loro sede, tutti i sassolini del mare, che "casualmente" mi ritrovo a custodire...e soprattutto il mio sassolino nero super levigato!! :(
....però io l'avevo detto che ero contraddittoria...;)

Radha carezza ricevuta, abbraccio ricambiato, email ricevuta...foto meravigliose del mio pagliaccio preferito! :)

luposelvatico ha detto...

Ma sai che sono molto molto molto d'accordissimo? Invece di un commento, ti rimando ad un post che scrissi tempo fa, in cui espressi idee molto simili (partendo da un ragionamento laico):
http://luposelvatico.blogspot.com/2007/10/che-cos-la-felicit.html

(PS: poi l'amore ha vinto, ed ora sono di nuovo felice. Non ho combattuto, non ho fatto nulla: ho solo amato ed aspettato).

JANAS ha detto...

Luposelvatico il tuo post è una meraviglia!
che poi l'amore e la felicità viaggiano in parallelo, quando l'amore può essere vissuto nella sua pienezza, senza le paure generate dall'ansia, dalla gelosia..dai limiti!

Il tuo ps è la cosa più bella, e mi piace perchè dici non ho fatto nulla, se non amare ed aspettare, e in questo credimi, ci vuole tutta la forza di quel tipo d'amore di cui parlo nel post!! :) ps del ps sono contenta per voi!: ))))

Lucignolo ha detto...

Siamo come una barca nel mare.
Il mare è l'amore e noi siamo la barca, pensiamo sempre che la cosa più importante sia lo stare a galla, dominare l'elemento, pur sapendo che spesso piove e bagnandoci comunque dall'alto, per qualche momento ci riempiremo d'acqua dolce nostro malgrado, ma scioccamente saremo impegnatissimi a buttarla fuori per non affondare.
Ignorando che l'unico moto simbiotico di esistere con l'amore è il lasciarsi andare, serenamente, perchè solo sul fondo del mare c'è la vera pace, immersi nell'amore il nostro scafo sarà "incrostato" da meravigliose creature che già sono in simbiosi con quel mare d'Amore, diverremo più belli e così poggiati sul fondo troveremo accanto a noi un'altra barca, su quello stesso fondo la troveremo anch'essa "incrostata" e ci scopriremo sorpresi che potesse esser lassù a galla e ci chiederemo ancora, con gli occhi pieni d'acqua salata, "...chissà che ci facevo ostinatamente lassù ?"

Eppure ancor navighiamo per mete lontane, forse irraggiungibili, lottando per rimanere sulla cresta di un'onda che ci ignora, come noi ignoriamo la dolcezza del lasciarsi affondare e del toccare il fondo di un Mare di Amore.

(un monito ai sub che usano cinture coi piombi per tuffarsi, ammirare e risalire, rimarranno al fine seduti su qualche sperduto molo, a guardar malinconicamente quel mare di cui pensavano di conoscer le profondità)

Auguro a tutti di scoprire che sappiamo respirare anche sotto tutta quell'acqua, ma con gli occhi pieni di acqua salata.

luposelvatico ha detto...

Grazie delle tue parole, Janas!:-)

enzorasi ha detto...

Ti ho letto e poi riletto e volevo andarmene via. "non ci credo più" mi sono ripetuto, decine di volte e ho staccato il contatto. Poi sono ritornato e per un breve istante ho immaginato che solo per mediazione telepatico io e te si potesse fissare il concetto segreto e sottile dell'amore. Ma non può bastare amica mia, me lo sono ripetuto e me lo ripeto anche ora che scrivo il commento, però sto comunicando e questo è buono, è bello. Sono molto vicino all'idea che tu esprimi "“amare è dare, lasciando che l'oggetto dell'amore sia libero di essere, senza volerlo pensare come una cosa nostra, senza pensare che ci debba rendere conto di qualcosa....lasciarlo libero anche di andare, di non corrispondere, di essere così com'è, senza nulla pretendere!” Sì credo che siamo vicini. Ciao.

la signora in rosso ha detto...

alla mostra dei Celti c'ero anch'io, forse non lo stesso giorno. Ho letto d'un fiato il tuo post, condivido...anche se ti dico non è sempre così facile...

Alessandra ha detto...

La mia esperienza mi porta ad esprimere che prima di poter riconquistare il tesoro dell'amarsi, bisogna "lavare" il corpo e la mente dal veleno delle emozioni represse...non è possibile adagiare una rosa nel fango...e pretendere che resti pulita...
Sapersi amare rende liberi ma la libertà necessita di un gran coraggio, perchè per raggiungerla, bisogna essere disposti a passare nella sofferenza più nera...solo dopo si vede la luce della libertà...grazie
Una SPERIMENTATRICE

Luigina ha detto...

Ehi! Alla mostra dei Celti c'ero anch'io! Janas hai colpito ancora in profondità con questo tuo post e ho scoperto perché anche le tue fotografie hanno qualcosa di più delle altre: interpretano il tuo amore per ciò che riprendi, che sia un fiore, un animale, una persona, un tramonto, una nuvola, una goccia d'acqua... e ce lo trasmetti, Grazie!

Stefi ha detto...

eheh..sì, ogni volta che ci penso, a quella mostra, mi vien da sorridere e penso che, veramente, il destino semini inaspettatamente..è così piena di coincidenze quella mostra!
figurati, di sicuro è successo qualcosa! mi spiace solo non poterlo ricordare..chissà..mi hai fatto la linguaccia? ahah..no quello era un uomo!
(mh..un uomo, eh?ahah..ecco chi potrebbe essere stato!!:)..un uomo..ahahah..con gli occhiali..i capelli però non me li ricordo!mh..viene in mente qualcuno anche a te?!ahahahh)
o forse eri tu quella che mi ha dato un pacchettino di crackers dopo che per mezz'ora imploravo mia sorella di farmi mangiare qualcosa?ahah
no, son sicura!niente di tutto questo!..di certo qualcosa di più sottile! ;)

Stefi ha detto...

oh ma c'era un sacco di gente alla mostra..adesso vedo!eheh..chissà..

Luigina ha detto...

Stefi allora eri tu che ti sei seduta per terra accanto a mio figlio Michele, stanco di ascoltare la guida e di doversi intrufolare tra comitive che si accalcavano davanti alle vetrine per vedere qualcosa, a sinistra della terza sala, mentre io inseguivo la sua nonna in stato confusionale?

JANAS ha detto...

Lucignolo ....aaaaaaaaaaaaaah! un po inquietante questa cosa...sarà che non ho capito...ma questa cosa d'immergermi nelle acque per raggiungere relitti "incrostati" mi toglie l'ossigeno ...respiro un attimo nel pensare alla meravigliosa vita che potrebbe animare il relitto ..ma sicuramente vorrei tornare su in superficie..risalire verso i raggi del sole che filtrano e attraversano l'acqua... e riemergere..immersa si!
ma con la testa fuori!

Luposelvatico grazie a te...il tuo post è stato veramente come un approfondimento del discorso!! :))

Enzo...lo so! lo intuisco, che effetto ti possa aver fatto leggere queste parole!! :))
per certi versi è un argomento che più volte abbiamo sfiorato nel tuo blog...vedi che accade anche con te?
ti ricordi? Prima anch'io provavo a trattenerti dalle tue fughe, dalle tue assenze...dalla tua voglia di mollare tutto, ora ho imparato a lasciarti andare, ad aspettare ...ad avere fiducia nell'amicizia!
Ogni tanto ti allontani e poi torni, qualche volta capita anche a me......e va bene così...!
in quanto al resto ...eh ci sarebbe molto da dire..forse facciamo prima telepaticamente?? :) Bentornato! :))

La signora in Rosso...diciamo che parafrasando una frase di Terzani...tra una strada in discesa e una in salita...ho scelto la strada in salita!! :) non è facile ..ma non si tratta di scegliere tra facile e difficile..si tratta di seguire la strada che ritieni più giusta! :)

Alessandra sperimentatrice! credo che tu abbia perfettamente ragione, non so se si tratti solo di lavare le esperienze represse, credo che ci sia dell'altro, si tratta di una sorta di ritorno a casa...alla nostra vera essenza, quella che si riesce a ritrovare quando riusciamo ad individuare tutti i condizionamenti..(.e non ho detto liberare...perchè non sono sicura che uno riesca veramente, vivendo in una società, a liberarsi da tutti i condizionamenti!)
Già potrebbe bastare individuarli..per poter prendere atto di chi siamo veramente!...e poi partire da li... :)

Luigina, direi che in effetti nella fotografia ho trovato un modo, per fermare alcune emozioni...lasciando intatto l'oggetto e le cose che la suscitano! :) grazie!! pure tu alla mostra dei Celti..ahahahah potremo farne una trama di un film..dopo 18 anni scoprono che il destino della loro amicizia era stato decretato ahahahhaha...boh bah!

Stefi eh! non lo escluderei...anche se l'uomo con la linguaccia..quel giorno li era decisamente raffreddato e con il mal di gola!!! ahahha! magari ha distribuito linguacce e bacilli!
Subito dopo essere stati alla mostra..avete avuto qualche malessere influenzale??;)))))))))))




Stefi..

berry ha detto...

I miei amici non li tengo nella colonna a destra...ma nel cuore a sinistra!
e non sto parlando di politica!!
Janas (14/02/09)


...sei un mito ;)

JANAS ha detto...

no!! non ci posso credere!!
è tornato il Berry ...quello con la foto che mi piace tanto..beh anche quella di Berry in bianco e nero non era male!!!!
che tufo al cuore!!
mi hai riportato ai vecchi tempi!! :))

berry ha detto...

un tufo al cuore o un cuore al tufo?

a'ripjaaateeee!

Melisenda L. ha detto...

Allora, post impegnativo, carissima Janas, a cui si sono aggiunti altri commenti e, come dire, sono arrivata tardi! è stato detto moltissimo e benissimo ed aggiungere altro sarebbe inutile.

E poi, sì, io non so parlar d'amore (mi sembra il verso di una canzone).
Non ne so parlare perché trovare le parole sarebbe impossibile e comunque non basterebbe. L'amore ha forme immense ed incredibili, indescrivibili, inaspettate, imprevedibili, impossibili anche solo da pensare.

ma per l'amare, prima di tutto dobbiamo partire da noi stessi.

l'amore è scoperta meravigliosa di un'altra persona e scoperta di sé.

è la voglia di scoprirsi continuamente, noi, i nostri sentimenti, le nostre emozioni, le emozioni dell'altro, come se fossimo mondi sempre nuovi e mai riconducibili a stereotipi, ricordi o saperi.

è lasciarsi andare fiduciosi alla vita, ovunque ci porti senza sfiducia

è ...bla bla bla faccio du' palle!

[per non smentirmi: e anche sesso! :DDD]

Blessing Sunday Osuchukwu ha detto...

Bel post come sei abbituata a fare...è profondamente umano

desaparecida ha detto...

E' vero l'amore è dare....ma
l'amore è anche DARSI.
E così si ritorna al discorso dello specchio che facevi con pmor....

L'amore è anche sapere dare a se stessi l'amore per poterci concedere alla vita....che in un modo o in un altro ad un sorriso non sa mai resistere.

un abbraccio enorme :)

JANAS ha detto...

Berry...ahaahahhhahahah! ahahhaahah! infatti mo me sto a'ripjaaa!! :)))))))))))
uff...con te ..az...non si può nemmeno fare, una commossa commemorazione ai vecchi tempi!!
mica per te...è la foto di Berry White che mi commuove sempre!! ;b

Melisenda e non avevi parole!! e poi invece hai scritto, e detto...soprattutto questo:
"è la voglia di scoprirsi continuamente, noi, i nostri sentimenti, le nostre emozioni, le emozioni dell'altro, come se fossimo mondi sempre nuovi e mai riconducibili a stereotipi, ricordi o saperi."
e poi l'ultima frase, giusto per non smentirti...:D .. che poi è il riassunto in un atto o più ... si insomma la traduzione pratica di quanto scritto sopra!! (parlo nel caso dell'amore....che già li vedo i tuoi occhi maliziosi...;))

Blessing...grazie! :)

Desa penso anch'io che il sorriso abbia una grande forza..molti stanno perdendo la forza di sorridere! :*

Stefi ha detto...

.. :))))

Maurizio ha detto...

All'inizio dell'innamoramento... forse riesci a vivere quel sentimento che hai descritto in modo così dettagliato e che dovrebbe corrispondere alla descrizione dell'AMORE....
Ma strada facendo affiorano le nostre insicurezze, la nostra paura di "perdere" l'altro/a... che rappresenta sempre di più la parte di noi per la quale abbiamo rinunciato a combattere... quell'innato bisogno di "affermazione" di noi stessi col mondo, dal quale la presenza dell'altro/a ci affranca... perchè per noi rappresenta "il mondo che finalmente ci ha accettati e ci dice che VALIAMO"... è vero, in un rapporto spesso rinunciamo all'affermazione di una parte di noi, o meglio, sfruttiamo l'altro per affermare che esistiamo... per cui percepiamo l'altro come "parte di noi" o meglio, come nostra "proprietà"... senza la quale dovremmo ricominciare a "confrontarci" col mondo per cercare la nostra affermazione... l'affermazione del nostro io...
E' dura... la crescita è dura... quanta fatica per amare senza bisogno di "appoggiarsi" all'altra persona... perchè ci sarà il tempo in cui ci dovremo appoggiare l'uno all'altra... ma non ora.. ora dovremmo vivere l'uno dell'altra...
Grazie
Un bacio

anche se forse non è affar mio... ha detto...

C’è un luogo non molto lontano da qui, un campo, dove a passeggiarci in mezzo, si sente il solletico dietro alle ginocchia e sui polpacci e tra le dita dei piedi. Ci sono infiniti dente di leone… piccoli, testardi, effimeri.
Oggi, lì, c’ho visto una bambina. E’ arrivata saltellando e ne ha raccolto uno.
Ha preso un forte respiro, ha raccolto l’aria nei polmoni e nella pancia, e poi ha soffiato, forte. No, più forte… così FORTE!

Raccontano una storia, sui dente di leone. Dicono che non abbiano una casa, che abbiano radici forti, tanto da riuscire a crescere anche tra le fessure delle rocce. Sanno quello che vogliono, l’ho detto.
Dicono che, a guardar su, sognino di prendere il volo, come mongolfiere nel cielo.
Dicono che fantastichino di raggiungere altri luoghi, metter radici, per poi ripartire.
Hanno radici forti, sì. Ma solo per penetrare la roccia, solo per mettere casa proprio lì, dove non ci riuscirebbe nessuno… perché, in fondo, a loro basta un respiro di vento… solo un respiro di vento, per volare via… leggeri.

Servono radici profonde, ma non troppo… per non appesantire il cuore!

...è un esercizio che ogni tanto provo anch'io...non credo serva un gran allenamento, forse serve semplicemente più leggerezza... provateci anche voi! e vi consiglio di farlo qui. perché, in questo campo, proprio qui, ci si riesce particolarmente bene!


e visto che ci sono, anche se non ci azzecca un granché..buon onomastico a chi, questo campo, lo coltiva ;)

JANAS ha detto...

Stefi :))))))))))))))))))))))))))))))

Maurizio in realtà sei stato tu a fare una descrizione dettagliata..di quello che noi normalmente intendiamo per amore, ma in nessuno di questi passaggi che hai citato c'è l'amore di cui parlo..nemmeno nella fase dell'innamoramento..perchè se poi le insicurezze affiorano..vuol dire che ci sono sempre state...quindi anche l'innamoramento rispondeva forse ad un bisogno che al semplice atto di amare!
Si torna sempre al punto di partenze..non siamo in grado di amare noi stessi!
non lo sappiamo fare! scusa non voglio essere cavillosa, anzi ti ringrazio, perchè con quello che hai scritto, hai messo in risalto errori di pensiero che faccio anch'io...
pensaci bene, Maurizio, non dobbiamo affermare noi stessi ...semplicemente dovremo solo Essere...non affermare il nostro io rispetto a qualcun altro...
se c'è bisogno di affermarsi..vuol dire che il nostro valore è ancora tutto da dimostrare, e vuol dire che questa dimostrazione non viene da noi, ma che attendiamo che ci venga riconosciuta dal mondo...
hai ragione in questo senso è molto molto difficile crescere...:))
grazie a te!

Anche se non fosse affar tuo...
hai fatto benissimo a non farteli...
perchè quello che hai scritto è una vera MERAVIGLIA!! :****
Per non parlare delle foto dei link!
Mi hai fatto venir voglia di lasciare il campo ed essere un dente di leone!

ahhhhaahhaha! Santa Janas?? Grazie..un abbraccio stritolante!!
Il primo dente di leone che soffierò quest'anno lo farò pensando a te...:))*

beyk happel ha detto...

Ma anche se forse non è affar mio... è Stefi?!?
La mia Nuvoletta preferita?!?
Si si... non può essere che lei... ;)))
Che altro posso dire... se non che le vostre "botta e risposta" sono una miscela di camomilla e ging-seng, rilassano e stimolano contemporaneamente.
E senza effetti collaterali! ;)

JANAS ha detto...

si! Beik è lei la nuvoletta, che transita da queste parti, come una di quelle nuvole che punteggiano... anzi fioccheggiano il cielo, portando una leggere brezza primaverile....:))))

la bislacca ha detto...

Un post perfetto, per i suoi contenuti. Peccato che la vita non lo sia altrettanto. Non per me. Che ridondo, inondo, esondo, e non so amare.

ps. bella, la foto.:-)

JANAS ha detto...

bis..non credo che tu non sappia amare...bisogna imparare a farlo nel modo giusto..soprattutto per noi! lo so ..non è per niente facile!! nemmeno io ne sono capace ...però a furia di tentativi e di assestamenti...chissà possiamo migliorare!! :)
ps.grazie..

Kniendich ha detto...

E' bello passare a trovare un'amica e trovarla più bella che mai.. :)

Un abbraccio.. di quelli forti e caldi.. :)

JANAS ha detto...

kni..grazie! ricambio il tuo abbraccio, che arriva sempre di sorpresa e che naturalmente ricambio...
ma se con il bella ti riferisci alla foto..beh.. la foto è decisamente vecchiotta mentre io all'epoca decisamente più giovane :((((

Kniendich ha detto...

Lascia perdere l'età.. quella è per chi non si conosce..
Hai mai provato la sensazione di avvertire la "protezione" di qualcuno che conosci anche se da poco, e sentirti appagato da questo?? Avvertire la possibilità di poter essere davvero capito da qualcuno anche con minime e poche parole??
Questo è quello che mi accade ripensando alle nostre chiacchierate poche ma buone, ai nostri scambi di opinioni, al nostro "esserci"...
... e ogni volta che ti vengo a trovare..

Questa è la bellezza di una persona.. l'essenza più vera della bellezza di una persona..

:)