domenica 31 maggio 2009

Stato di calma apparente

Stato di calma apparente (Paola Turci)
.....


Sono sul mio treno
Dolce movimento


Il cuore guida la mia mano
scrivo piano riflettendo
Sul bisogno di cambiare che c’è in me
Fuori e dentro me


E ricordo da lontano
La solitudine di ieri


Un continuo adattamento


Alle curve, al sentimento


All’universo che non si muove dentro
me


Fuori e dentro me

È uno stato di calma apparente
È una forma d’amore costante


In questo mare negli occhi tuoi

nella tempesta negli occhi tuoi

Sono sul mio treno



Ridono mamme coi bambini
Affacciate dalle case
Prima della galleria
E il buio accende ancora fuochi


dentro me
dalla vita mia

È uno stato di calma apparente


È una forma d’amore costante
In questo mare negli occhi tuoi
Occhi tuoi
Nella tempesta negli occhi tuoi

Occhi tuoi



Acquerelli





22 commenti:

Baol ha detto...

Le due foto del cielo sono fantastiche...ormai ti conosco e non dovrei stupirmi più ed invece...

sileno ha detto...

Stupendo il post!
Stupende le foto!
Arrivederci a presto.
Sileno

Jasna ha detto...

Paola Turci è un artistA CHE HA CAMBIATO IL MIO MODO di vedere il mondo... ha accompagnato la mia adolescienza di fanciulla in eterno movimento di pesieri e parole. stupendo post.. e meravigliose immagini che descrivono sempre con molta accortezza il tuo stato d'animo.

UIFPW08 ha detto...

Sei sempre eccezionale..unica direi.
Maurizio

riri ha detto...

Sempre e solo tu, dolce donna, bella e ricca....

Stefi ha detto...

Secondo me tutto gira intorno a quell'ombrello..meravigliosa fotografia..meravigliosa idea!
E' che la cosa difficile da capire mi sa che è riuscire a capire se chi sta sotto sente una gran pioggia srcosciante, battente, incessante..magari ci vede pure i lampi, e sente i botti.. una pioggia che chi sta intorno non può sentire, perché ormai s'è abituato a camminare sotto alla piogggia, bagnato fradicio.
Oppure se chi sta sotto si sta coprendo da quello che non c'è, dal temporale che gli pare di sentire all'orizzonte..e la gente che gli passa accanto lo guarda attonito, stranito..con un sorriso amaro in bocca chiedendosi se per caso non sia pazzo..

due fotografie differenti, due stati di calma apparente, due sensazioni

mi viene in mente un pezzo di un film, che, cambiandoci adeguatamente le parole, probabilmente finirebbe così: "Hai provato a togliere l'ombrello?"
Ma forse, ancora più difficile, sarebbe capire COSA SIGNIFICHI davvero "TOGLIERE" l'ombrello..credo stia tutto lì..capirlo davvero..quella sì che è una cosa difficile!perché poi o ci si bagna, o ci si accorge che non piove..

io al massimo mi c'infilo sotto e vengo a schiacciarti un grande abbraccio..è l'unica cosa che sarei in grado di fare io!eheh..ma la farei col cuore! ;)
cia'!

laumig ha detto...

ho sempre pensato che negli occhi si può intravedere l'anima di una persona, e i suoi cambiamenti. bello il tuo fotoracconto :)

JANAS ha detto...

Baol...grazie maghetto :)))) !!!

Sileno grazie anche a te :)))!!!

Jasna, ultimamente mi è capitato di sentire alcune sue canzoni che non mi dispiaciono (mi piace anche Volo così e Ringrazio Dio..ma poi non è che conosco molto il suo repertorio!!)
Grazie Jasna :)*

Maurizio ..e tu troppo buono!!! :)) grazie!!

Riri... un abbraccio!! :)

Stefi, è casuale la foto..nel senso che scendevo dalle scale dell'Isola Tiberina e c'erano queste due ragazze con questo ombrello rosso...bellissime, noncuranti del mondo intorno!!!
io c'ho visto la parte infantile di noi, quella che amava l'idea di un piccolo rifugio tutto nostro, per non essere viste dal mondo dei grandi, dove dare spazio al nostro mondo fantastico...dove confidare segreti segretosi a qualche amica, o semplicemente parlare con un senso d'intimità, o invece pianificare scherzi monelli :))))
Mah io quell'ombrello lo terrei!! secondo me li sotto c'è una bella luce!!
quindi vieni pure qui sotto quando vuoi!!
(poi l'ombrello si apre e si richiude quando decidi tu no? magari decidi di chiuderlo quando piove...e lo apri quando c'è il sole :)))) se no che matti siamo???

Laumig..si gli occhi parlano ...a volte molto meglio delle parole! grazie :)*

Jasna ha detto...

Devi ascoltare quella sui bambini....meravigliosa e nonostante l'abbia scritta quasi 20 anni fa è attualissima

Jasna ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=mCpR2dDYJB0&feature=related#watch-vid-title


il link buona notte

Luigina ha detto...

Janas sai sempre aggiungere alle emozioni suscitate dalle canzoni che scegli, le emozioni delle immagini che usi per illustrarle e per esprimere i tuoi stati d'animo che spesso sono o sono stati anche miei. Ritornare nel tuo blog è ogni volta come rivoltare anche la mia mente, i miei ricordi, il mio animo come un calzino o meglio come accendere un faro nel buio di sentimenti e vissuti che sembravano sopiti o dimenticati ed è come riscoprire un po' di se stessi in te. Grazie

JANAS ha detto...

Jasna :) grazie..dopo aver sentito le prime note...mi sono ricordata di averla sentita questa canzone...:)*

Luigina cosa risponderti?...forse è meglio non dire niente, stavolta un semplice abbraccio è la miglior risposta...:)

Riyueren ha detto...

I ringraziamenti sono reciproci, semmai :)))
Anche per me, qui ci sono delle risposte. Vuoi dire che ci siamo parlate...senza saperlo? Ma quanto mi piace questa cosa. E questa canzone. E le sue parole. E le foto.Quando è l'anima a cantare, a raccontare, in parole ed immagini...allora ti trovi nel bel mezzo di un incantesimo. Grazie a te. Un abbraccio.

JANAS ha detto...

Riyueren si ..credo di si...:D

riri ha detto...

Ho avuto il tempo di guardare anche post vecchi, devo dire che mi hai lasciata di stucco..emerge una bellissima anima sensibile...
buon fine settimana, un bacio a Roma, città che adoro, ma te lo avrò detto mille volte no? :-)

desaparecida ha detto...

Posto che mi piace tantissimo paola turci (volo così,è tra le mie preferite)e che ho i primi suoi album in vinile (immagini?)

Posto che le tue foto nn mi sciolgono solo per non perdere la bellezza di guardarle

Volevo dirti posso appropriarmi di questo post dentro me?
Posso sentirmi anche io sotto l'ombrello rosso?

Un abbraccio fortissimo mia cara! :)

JANAS ha detto...

Desa :)* certo che puoi appropriarti del post dentro te!!
e SOPRATTUTTO CERTO che puoi sentirti sotto l'ombrello rosso, quando vuoi e tutte le volte che vuoi :)!!!!
(magari un giorno ci incontriamo ..io porto l'ombrello rosso ;))
(volo così è bellissima!! un senso di libertà assoluto!)
un abbraccio a te :)*

JANAS ha detto...

Riri, grazie :)*, dalla letture di alcune tue poesie, mi sembra che anche il tuo animo, sia dotato di grande sensibilità! :)...Si, i saluti e i riferimenti alla bellezza di Roma li ritrovo spesso nei tuoi commenti, e sono sempre graditi, qualche volta mi rammarico anch'io di non assaporare così frequentemente, per via della routine, la bellezza di questa città! un abbraccio! :)

Nicolanondoc ha detto...

Dì qualcosa "perbacco", dove sei?
Ti aspetto :-)

JANAS ha detto...

Nicola :)))))))))))) "PERDJANAS" sono qui che rifletto!! :))))
tra un po torno....un abbraccio!!

Ishtar ha detto...

Conosco quello stato di calma apparente...un abbraccio :)
Ma mi muovo lentamente affinchè diventi al reale corrispondente

JANAS ha detto...

ciao Isthar....lo stato di calma apparente penso serva a raccogliere dentro di se le energie necessarie...