sabato 10 gennaio 2009

Tutto quello che avrei potuto dare per amore...

"Cos'è questa GUERRA stipata nel cuore della natura?
Perché la natura lotta contro se stessa?
Perché la terra combatte contro il mare?
C'è forza vendicativa nella natura?"


"Questo grande male da dove proviene? come ha fatto a contaminare il mondo? Da che seme, da quale radice è cresciuto?
Chi ci sta facendo questo? Chi ci sta uccidendo, derubandoci della vita e della luce, beffandoci con la visione di quello che avremmo potuto conoscere? La nostra rovina è di beneficio alla terra, aiuta l'erba a crescere, il sole a splendere? Questo buio ha preso anche te? Sei passato per questa notte?"

"Tutte bugie. Tutto quello che vedi, tutto quello che senti. Così grosse da vomitare. Non fanno che arrivare, uno dopo l'altro. Ti ritrovi in gabbia, una gabbia che va di qua e di là. Ti vogliono morto... o parte della loro bugia. Un uomo può fare una sola cosa, trovare una situazione che sia sua, crearsi un'isola attorno.
Se non ti incontrerò mai in questa vita, almeno che io senta la tua mancanza. Uno sguardo dei tuoi occhi e la mia vita sarà tua."

"Tutto quello che avrei potuto dare per amore..."

"Oh anima mia, fa che io sia in te adesso, guarda attraverso i miei occhi, guarda le cose che hai creato"

(Brani tratti dal film La Sottile Linea Rossa di Terrence Malick,
un film dove la poesia va di pari passo con la filosofia e il senso della vita)




intanto a Gaza...http://comeh2o.blogspot.com/2009/01/gaza.html

21 commenti:

beyk happel ha detto...

Bello.
Gli ho dato un bel 4 (da non perdere), su scala da 1 a 5.
E solo perchè su circa 300 films il 5 (capolavoro) l'ho dato solo a 13 titoli.
So' esigente... ;)

Jasna ha detto...

credo che questi brani che tu ai saputo abilmente trarre dal film... rendano esattamente l'idea del disagio , della sofferenza, delle lacrime che qualcuno sta versando in quella striscia di terra maledetta da Dio.so che non ci credi. ma nessuno dovrebbe permettere ciò che stà succedendo. con queste parole hai saputo rendere l'idea della scofitta umana... dinnanzi alle bombe che uccidono senza vedere. un inchino a te cara Janas.

desaparecida ha detto...

janas...voglio solo abbracciarti.

sileno ha detto...

Carissima Janas,
questa sera mi fai riflettere, ma non c'è risposta: Quali sono le motivazioni che ci inducono a distruggere la terra ed annientare gli innocenti?
Un abbraccio forte
Sileno

Pino ha detto...

Io dico che sei una bella gnocca e che ti porti bene l'età.

JANAS ha detto...

Al, sai che sono CURIOZA ...ora mi piacerebbe conoscere i 13 titoli forse mi sono persa qualche bel film!!! :)))

Jasna i brani sono fra quelli più belli e significativi, per cui non mi è stato difficile ritrovarli già trascritti in WIKIQUOTE!
Sto seguendo mio malgrado quello che succede nella striscia di Gaza, il più delle volte ascolto, ma non guardo le immagini, non riesco...poi oggi sono passata da Desa, è ho visto immagini che mi hanno fatto rabbrividire, mi hanno fatto pensare a questo film che io amo molto, per la poesia e le riflessioni che fa nascere! grazie! :)

Desa ricambio l'abbraccio! :*

Sileno dici bene...non ho ancora trovato una risposta, potrei dire la stupida idea di possesso degli uomini stupidi? ma potrebbe essere banale....un abbraccio a te! :)

Pino, grazie
(anche se il termine gnocca mi infastidisce un pochino! l'ultima volta che mi è stato detto era associato anche al termine "rompiballe" e questo mi farebbe pensare che tu sia la stessa persona!)

Riyueren ha detto...

Dev'essere un gran bel film, a giudicare dalle parole che hai tratto: mi faranno riflettere per un bel po'. Peccato che io non posso più andare al cinema: se non ha i sottotitoli, non me lo gusto se non a pezzetti.Specie con il tipo di sonoro "moderno". Pazienza...
Beh, per i tg non serve il sonoro, basta guardare ed i miei occhi, per compensare l'udito, ci vedono davvero troppo.
Un abbraccio.

beyk happel ha detto...

Eh... com'è la curiosità? :)

Mi spiace un po' "inquinare" questo tuo 3d, ma a gentile richiesta...

Amarcord
Arancia Meccanica
Brazil
Corvo Rosso Non Avrai Il Mio Scalpo
Crash - Contatto Fisico
Essere John Malkovich
Frankenstein Junior
Hollywood Party
I Figli Degli Uomini
I Tre Giorni Del Condor
Il Castello Errante Di Howl
Il Grande Lebowski
Mediterraneo

Il Massimo ha detto...

Intanto sui confini Israeliani ..
L'errore è da tutte e due, o più, parti.
Intanto in Africa ....
Bambini costretti a fare il soldato, abusati ...
Intanto in Corea ...
Si muore di fame ma bisogna avere la bomba atomica ...
Intanto nei paesi mussulmani ...
contano di più gli animali , noi siamo le bestie, che le donne.
Intanto, gli States continuano a fare i padroni del mondo.
Intanto, intanto ...

JANAS ha detto...

Beicappel ....suppongo Femmina?
Alcuni di questi titolo non li conosco.. o li ho sentiti solo nominare...ma mi documenterò, Amarcord e Mediterraneo anche secondo me sono capolavori, Arancia Meccanica l'ho visto quando ero troppo giovane e l'ho rimosso per via delle scene troppo violente! Frankenstein Junior uhm uhm...

Il Massimo intanto c'hai proprio ragione...intanto però a me da fastidio che sulla striscia di Gaza...il detto odioso che: la ragione sta dalla parte del più forte diventa realtà e nessuno interviene per fermarli, perchè è vero ,anche se hanno torto entrambe le parti, poi chi ci rimette la vita, sono proprio quelle donne uomini e bambini che con queste ragioni hanno poco a che fare, se non quella di essere nate nel territorio più sfigato del mondo!

Luigina ha detto...

Parafrasando una frase di Pennac "Amare vuol dire,far dono delle nostre preferenze a coloro che preferiamo. E queste preferenze condivise popolano l'invisibile Cittadella della Nostra Libertà. NOI SIAMO ABITATI DA LIBRI ...da film e soprattutto ...DA AMICI"
Aggiungerò questo film all'elenco di quelli da vedere. Grazie! Ti abbraccio

JANAS ha detto...

Luigina hem..questa citazione mi è molto familiare ahahaha!;))
non sono solita consigliare film e libri..perchè ognuno ha un proprio gusto personale...hihhihi...ogni tanto vi rifilo qualche video..un po lunghetto ...però però se t'ispira..segui la tua ispirazione!!! :)

Il Massimo ha detto...

Secondo me nessuno ha intenzione di sistemare le cose. Si riconosca Israele come Stato e se ne dia uno ai Palestinesi.
Chi ha interesse a fare ciò?
Nessuno di chi ha è il potere di farlo ed allora avanti con innocenti che muoiono da entrambe le parti.
E poi se prendi posizione, a seconda di dove ti schieri, ti infangano subito.
E' un post difficile a commentare ma proviamoci.
Ciao.

Maurizio ha detto...

Intrappolati nella gabbia che noi stessi alimentiamo ogni giorno, iniziamo ad alzare lo sguardo apprezzando ciò che ci resta: la libertà che ci permette ancora di essere "consapevoli" di ciò che potremmo fare o pensare e che non facciamo o pensiamo....

JANAS ha detto...

Il Massimo io mi schiero dalla parte dei civili! anche tu mi sembra di capire! Solo che non posso non fare questa considerazione: i civili palestinesi morti e feriti, sono in gran lunga maggiori di quelli del popolo Ebreo...

Maurizio già! già! :)

beyk happel ha detto...

Provo ad azzardare una brevissima risposta alla domanda di Sileno?
Provo.

Andando relativamente poco indietro nel tempo, scopriamo che nel 1948 il popolo d'Israele fu messo, proprio lì dov'è adesso, dagli alleati che avevano appena vinto la guerra.
Spulciando nella loro economia scopriamo che esportano tante arance e hanno tanto turismo.
Mettiamoci pure la compravendita all'ingrosso di preziosi allo stato grezzo, ma mi pare che qui ci si debba fermare.

Ah...no, c'è ancora un punto di cui non si parla mai: Israele è il laboratorio militare USA.

Agli USA va benissimo avere in quella zona una loro testa di ponte e ad Israele va benissimo ricevere aiuti e armi dagli USA (oltre a produrne direttamente) da sperimentare su quei "terroristi palestinesi" che li attaccano con razzi simili ai petardi che sparano a Napoli a capodanno.

In mezzo secolo, una bella trasformazione per il popolo vittima dell'olocausto.

Su una cosa scommetterei:
se prendessimo un palestinese e un ebreo, cancellassimo dalla loro memoria tutto quanto i loro governi e i loro media hanno inculcato nelle loro teste e li mettessimo in una stanza assieme, si scambierebbero un sorriso, intonerebbero una canzone e dopo poco si sentirebbero fratelli.

Il Massimo ha detto...

Npn è che il numero faccia differenza.
Egoisticamente penso sempre ... e se quel solo morto fosse mio ...

Luigina ha detto...

Janas postare brani di libri o citazioni di film è un invito a leggere e a vedere per condividere e questo è molto bello, rinsalda l'amicizia. Sì quella frase di Pennac l'ho presa e adattata dal tuo blog, perché rappresenta anche il mio pensiero. Mi piace così tanto che l'ho scritta come dedica anche in un libro che ho regalato alla mia più cara amica per il suo compleanno, il 7 gennaio e si è commossa :)

JANAS ha detto...

Beik...direi che la tua risposta fa ancora più riflettere:
- sull'opportunità di intervenire sugli Stati, con organizzazioni progettate a tavolino, questo lo sposto qua e quello lo metto qui!
- sul fatto che spesso le vere ragioni delle guerre sono altre, e quelle che ci raccontano, sono solo pretestuose!

Il Massimo, come puoi dire che non fa la differenza?? pure nella terribile legge del taglione la pena doveva essere proporzionata all'offesa!!

Luigina ..è così è! un bacio!! :*

Vagamundo ha detto...

Grande pellicola....
E ancor piú grande la tua associazione d'idee...

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu