domenica 14 dicembre 2008

Elegia per il Sud

Elegia per il Sud
(Carmen De Mola)

Raccontami del Sud, ora che si fa diafano
anche il passo della lunae lungo i sentieri respirano - al ritmo perduto delle avene-
ultime lucciole. Sillaba un’antica litania



la chiesa del Rosario e sul campanile s’accampa
vocio fitto di fazzoletti rossi che impallidisce
all’urlo sguaiato dei briganti dalle valli.
Ma domani,svanito il sogno, non ci saranno
visi di creta assiepati ad aspettar giornata nella piazzané dignità di brache da tener su con le funi
per l’ angoscia di ore arrugginite a raddrizzare
come chiodi dentro i muri.
Ho smarrito anch’io la fede nel miracolo dell’acqua


che si commuta in vino, prima che il gallo canti
e la brina mattutina svapori in un amen fra i filari.
Mi scivola addosso la solitudine spessa dei lentischi
e non so più aspettare il silenzio della notte
che precede l’osanna delle donne e l’epifania del sole
che lento incede sui vigneti.
E’ già vicina la bocca oscena del gigante e sputa violenza


e case buttate sulla costa come semi di melone .
Ma se spalanco le braccia a questo vento - che sa di timo

e scompiglia i calendari - m’arrocco in una notte
selvaggia d’oleastro.
Domani - col sole - garrisca pure volgare,
l’affaccio di un lenzuolo al balcone
ad ostentare la verginità perduta
dell’alba sgualcita della sposa.

Resterò ancora qui, aggrappata al sogno dell’olivo

o
perché la mia terra mi ha legato cuore e polsi
con antichi incantamenti di stille d’olio
a galleggiare avemarie nei piatti fondi .
Ride una vecchia fattucchiera soddisfatta del suo rito.
E io non ho più piedi, né ali per andare.
Carmen De Mola è un autrice che ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali e ha pubblicato diversi libri meglio descritti qui: CarmenDeMola ; mi sono imbattuta casualmente in una delle sue bellissime poesie tempo fa, a sua insaputa ne avevo fatto un post, perchè quelle parole mi avevano incantato QUI: giocatrici-d'astragali-di-Carmen-De Mola

Ieri Carmen, mi ha fatto dono di quest'altra lirica;
entrambe legate alle nostre terre mediterranee...lei alla sua meravigliosa Puglia e io alla Sardegna!
Di lei mi piace questa sua capacità evocativa, di richiamare il legame dell'uomo con le sue radici, le figure di donne antiche che tramandano gesti, e saggezze femminili spesso intrappolate nel loro ruolo e tuttavia cariche di una grande dignità!
Grazie Carmen per questa tua nuova lirica, e per la licenza di utilizzarla come avessi voluto...così ne ho fatto un altro post! :)




57 commenti:

Ishtar ha detto...

Non mi stupisce che ti abbia colpita, anche io pur vivendo nella nostra terra ho sempre un sentore nostalgico...che sia il richiamo delle nostre radici che rieccheggiano dal passato di vite precedenti?
Ciao cara :)

CARMEN ha detto...

Janas, grazie di cuore.Le tue immagini sono splendide!
Un affettuoso saluto a te e alla mia anonima alunna.
Carmen

Vagamundo ha detto...

Un post delizioso, che rasenta la perfezione nell'impostazione e nella..."messa in scena". Brava!

ellen ha detto...

janas, le tue foto mi piacciono così tanto!
mi manchi, scrivi troppo poco :(
mi piace come mescoli immagini e parole....
non sempre 1+1 fa soltanto 2 :) quoto g.b.s. che mi suggerisce prima del commento ^^

UIFPW08 ha detto...

Da fotografo ho visto belle foto complimenti..B.notte Janas

digito ergo sum ha detto...

complimenti... per le foto, per il testo sapiente.

complimenti davvero. davvero sentiti davvero, eh.

riri ha detto...

Senza parole, m'inchino ai versi di Carmen ed alle immagini che li accompagnano....grazie

radha ha detto...

ciao splendore!!!

Il Massimo ha detto...

Efettivamente gli scritti sono caldi come il sud.
A me comunque piacciono molto anche la neve e la nebbia tipici fenomeni del nord.

Luigina ha detto...

Lo so che sono ripetitiva, ma resto senza parole di fronte a questa corrispondenza fra i bellissimi versi della poesia di Carmen e le immagini ad essi abbinate da Janas. Stavolta però posso fare i complimenti alle 2 autrici.

Jasna ha detto...

credo nelle radici dei nostri natali. io sono nata in lombardia , terra per molti, di burini e cafoni borghesi pieni di se... A uno sputo da un aereoporto che sta devastando il paesaggio ... eppure ci sono tornata... ho vissuto in provincia di venezia per ben 15 anni... ho visto venezia, per 6 anni tutti i giorni, ho studiato arte... ho amato le persone che per indole sono gioviali , ospitali... ma alla fine non ho resistito alla terra che mi aveva dato i natali... che vorrà mai dire? eppure le cose materiali che amo di più non sono qui! Riesco a vedere in questi luogni ciò che sono... ho scielto di vvere in un piccolo paesino del varesotto sono circondata da boschi , sette laghi... forse mi manca l'essere immersa in un luogo dove tutto è arte ...ma non cambierei questi luoghi con nessun altro luogo lontano....

Il Massimo ha detto...

@ Jasna- Grazzie della solidarietà!

Jasna ha detto...

massimo davanti a tanta bellezza non si può restare indifferenti... janas e carmen un duetto stepitoso , armonioso ... come non si può invidiare l'amore che descrive carmen per la sua terra e l'altrettanto amore che mette janas nelle fotografie che descrivono i luoghi a cui lei è profondAMENTE LEGATA.... amo le foto di janas ... curate minuziose... sono convinta che i suoi archivi sulla Sardegna siano pieni di dettagli minuziosi , come se volesse fermare con la sua macchina gli istanti che vive... un modo per aver meno nostalgia.... !

JANAS ha detto...

Eccomi!!

giornataccia oggi!!
ma finalmente riesco a sedermi e rispondervi!!

Ishtar, forse..sai che non lo so? credo che ognuno di noi rimanga saldamente ancorato al luogo della propria infanzia, ogni luogo visto con quegli occhi, rimane sempre un po magico!! :)

Carmen grazie a te, per me è stato un piacere e un onore...credimi non sono parole di cortesia! :)
un abbraccio!

Vagamundo grazie!!
grazie anche per aver "vagamundato" in questo blog!
Ti sono venuta a trovare, mi piace il tuo blog!! già! :)

Ellen cara...non fare così, mi fai venire i sensi di colpa!! uff!
è vero, non scrivo come vorrei, ma vi sono alcune cose che non posso rimandare, .sto cercando di gestire meglio questo spazio perchè quando entro in questo mondo, perdo definitivamente la cognizione del tempo...e poi invece le cose da fare sono tante!:(

Maurizio grazie! :D ...per questo complimento da fotografo!!

Digito ..davvero davvero eh? carissimo digito prendi al volo questo bacio :*

Riri grazie dolcissima Riri tu ne sai qualcosa del calore del sud eh? :))

Radha ciao Pagliaccia dal naso rosso e l'occhio birichino! come ti vanno le cose nel nuovo Circo? ;)

Il Massimo, il problema che non ho molte foto del nord ...ma la neve tutti gli anni scende pure in Sardegna ehehehh!! Quasi tutti i miei Natali trascorsi nel mio paese a 508 metri dal livello del mare, erano sempre innevati...e non sarò certo io a parlarti della Puglia e delle meraviglie del Gargano

ahahahh ma tu non hai il mare!!!!

No dai ...scherzo...lo so quanto sono belle le montagne e le città del Nord!
Ogni luogo è speciale, il Nord come il Sud e il Centro!
viviamo in una Terra Meravigliosa...
e i confini li fanno gli uomini, perchè l'unico confine della Terra è il cielo e il mare!

Luigina anch'io lo sto diventando con tutti i miei grazie...e allora ti abbraccio e abbraccio tutti! ()

Jasna in parte la mia risposta ricalcherebbe quella per Ishtar, e in parte quella per quel cucù di Il Massimo...quindi considerale come se le avessi scritte anche per te, preciso solo che anche per me, nonostante avessi vissuto per tre anni a Firenze, e nonostante vivessi in mezzo a tutti quei gioielli architettonici e artistici di ogni genere,sentivo fortissimo la nostalgia della mia Terra!

Il Massimo...poverino!! hai bisogno di solidarietà contro la cattiva janas??
Davvero davvero?? ma va là cucù che non sei altro!! :))

JANAS ha detto...

Brava Jasna!! eheheh! moh! però come la metti con Massimo? sento sento....un vagone carico di ....di ..cucucucuucucucuù!!

Jasna ha detto...

massimo può dire tutti i cucu che vuole! Ma alla fine mio caro Massimo di dove sei?

Jasna ha detto...

dimenticavo ...bella la foto che hai messo per identificarti!

sileno ha detto...

Carissima Fatina
La tua dedica mi ha commosso,
( anche un velo sugli occhi).
Ti ringrazio col cuore.
La tua sensibilità affiora anche dalle tue meravigliose foto.
Grazie
Sileno

Luigina ha detto...

Vero ci ho badato solo ora, ma l'hai cambiata da poco mi sembrava che quando ho commentato ci fosse ancora la foto col tuo nome scritto sulla sabbia. Non ho capito bene il tuo commento al mio. La ballerina stasera non vuol girare a sinistra. Sarà la stanchezza

JANAS ha detto...

Jasna ...Lucignolo dice che è brutta! bah... in effetti c'è la smorfia nel tentativo di metter a fuoco un cucù!! :)

Sileno quel video è veramente toccante, e non per merito mio! Fra musica e immagini..il cuore si scioglie, per questo l'amo tanto! contenta di averlo condiviso con te con questa dedica! :)

Luigina tu temevi di essere ripetitiva nel tuo commento..e anche io lo stavo diventando con i grazie...e allora non volevo più dire grazie ma abbracciarvi tutti!!

Il Massimo ha detto...

@ Jasna - Guarda che il mio profilo è veritiero. Non mi sono mai nascosto.
Quella .... vuole farci aprire un contadditorio ... ma non abbocco .
e poi. si avvicina il 6 gennaio e vedrai come mi vendico

Anonimo ha detto...

Tu il cucù volevi metterlo arrosto.
Non facciamo i furbetti.

JANAS ha detto...

zi zi!! fa parte del mio piano strategico, non facilitare alleanze nordiste!! uaaahah! :)))
(risata sardonica!!)

comunque il sei gennaio sono impegnata in un sabba! hihhihhih!

Ac! mi hai scoperto! Dannato Carter...infatti la frase giusta era: nel tentativo di metterlo al fuoco!!
già ..mi serviva per un filtro magico!!

Ishtar ha detto...

Hey compaesana, da me una piccola sorpesa spero gradita...ciao :)

Jasna ha detto...

massimo ti chiedo scusa... non volevo sminuire il tuo profilo... ma non mi ricordavo da dove venivi quando ho postato il commento da Janas . così te l'ho chiesto senza dover uscire dal blog..... sei proprio un cucu....!
Janas ... sarà che adoro il ritratto e anche se sei di profilo con una smorfietta... la preferisco perchè ti vedo.... un bacione e buona giornata.

Marianna ha detto...

janas non sapevo che eri la befana cavolo...che mi porti di bello ?complimenti per la tua bravura pure io voglio essere brava come te uffffffffffiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

clochard ha detto...

Ognuno ha la propria terra.
Ti rimane dentro il profumo dell'aria e il sapore del pane.
Clochard

JANAS ha detto...

Ishtar detto fatto! grazie della piccola sorpresa! ;)

Jasna...grazie cara, se non ci fossi tu, a difendermi!!! ;)) bacio ricambiato!

Marianna ohoho! io non ho mica detto che sono la befana !!! ho detto che quel giorno ho un altro appuntamento!
Brava a fare che? ..ma va là!!
:))

Clochard si credo che tu abbia proprio ragione! Il profumo dell'aria ma soprattutto il sapore del pane!!!

Stefi ha detto...

La musica mi era sfuggita..e non potevo resistere a dirti che è..sensazionale!! il flauto ha dentro qualcosa che..mmah!
la porterò con me oggi..

Il Massimo ha detto...

@ Jasna, non ti devi scusare. Ero già passato oltre. La foto la metto appena ne sarò capace.

Anonimo ha detto...

Attenta che la binocolara è furba!

Il Massimo ha detto...

Cosa mi dici del blog di Antonio e Francesca che trovi al commento n. 30 del mio ultimo post?
Anche questo è l'elegia del sud?
Io ho commentato da loro con il mio nome
vero, ma tanti granelli fanno una spiaggia.
Ciao cucù con tanto di binocolo.

Nicolanondoc ha detto...

Come per incantamento mi trovo addirittura un'altra Janas col cannocchiale,è proprio vero con il mondo anche noi cambiamo,nonostante tutto, in quello che scrivi, rimani la stessa.
Un caro saluto

JANAS ha detto...

Stefi condivido!! non faccio altro che ascoltarla..ha il potere di rilassarmi!! :)))...hahahah! ha dentro il duende??

Anonimo....non è un binocolo!!! è la macchinetta fotografica!! uff!! ..

Il Massimo..ti dico che per capire cosa dici devo andarmi a leggere il commento 30!! poi passo! ;)

Nicola...non è il cannocchiale ..non è il binocolo!! ma che c'avete tutti?? ;)

nazzareno ha detto...

Il problema è il tempo che non basta mai, o forse no, il problema siamo noi che vogliamo fare troppe cose (che non potremo mai arrivare a fare), quindi corriamo corriamo, inciampiando e rialzandoci senza nemmeno alzare la testa e nel mio correre non riesco a vedere nemmeno quante persone belle ti circondano e quante di loro meritano un approfondimento (che mi riprometto sempre di fare)...,
Il tuo post, so di ripetere concetti già espressi, ma non posso evitare di farlo, è splendido, un mix suggestivo e penetrante di foto testo e musica, tanto più piacevole perchè evoca profumi e colori che in questo momento sembrano veramente lontaaaniiii....

Anonimo ha detto...

Mi sa che si divertono con te.
Cannocchiale, binocolo, macchina fotografica tutto fa brodo.
Cucù, cucù ed il Natale non arriva più:

Stefi ha detto...

ehehehhhhhh..dentro c'è il duende, sì! uno sputacchioso duende!!!ahahhhhh
ma guarda che c'è il duende anche dentro al tuo binocolo/cannocchiale!!
ah, no, scusa, è un telescopio!!
o no..forse è un caleidoscopio!!!
dai, ja', di' la verità: è il tubetto delle m&m's finito e tu che cerchi di vedere se ne è avazata qualcuna!!ahahahahahah

Anonimo ha detto...

Adesso diventerà un monocolo, oppure una lente, o chissà cos'altro.

Il Massimo ha detto...

@ Stefi - I tuoi commenti mi fanno sempre ridere. Oh, non ti offendere anche tu.
Qui se sbagli una parola ti mitragliano o ragliano.

Stefi ha detto...

urcalé!!dici massimo?!
ihhhhh
allora non dico più niente!!
però del duende sputacchioso..lo penso davvero! sputacchia ma è un gran duende quello che c'è dentro!!;)

Il Massimo ha detto...

Ma cos'è sto duende?

JANAS ha detto...

Nazzareno capisco cosa vuoi dire, quando dici che vogliamo fare troppe cose, e poi corriamo come matti!! ;) (e mi scoccia dirlo, perchè sotto sotto do ragione a quel rompi di Il Massimo) ma in città il tempo vola spesso inutilmente chiusi in coda nelle nostre macchine o ad aspettare autobus che non passano...quante cose si potrebbero fare con tutto quel tempo risparmiato!!
Ti ringrazio per le tue parole, e..sai che qui sei fra amici! :*
ma voglio precisare che il potere evocativo è partito tutto dalla lirica di Carmen, io vi ho messo intorno solo la cornice!
e la musica...ma quella è un opera d'arte a se stante.

Anonimo, eh mi sa!

Stefi ahahahah! ma che ti ci metti pure tu???...a va beh!! andiamo bene!! ...comunque erano finite tutte....
si
niente ..nisba
m&m's! :)

...Stefi potresti spiegare a Il Massimo cos'è il duende??

Stefi ha detto...

daiiii, non ti arrabbiare, su! ;p
e lasci a me questo compito delicatissimo di spiegare che cos'è il duende?! eh! allora vediamo..
massimo, il duende è quella forza che sta dentro alle cose..ma tanto dentro..è una carica che si nasconde nel cuore più profondo delle cose! ma non sono cose qualsiasi..sono tutte quelle forme d'arte che sono fatte a molla. Perché il duende non è mica una cosa che sta sotto sotto, e se ne sta lì, buona buona!! il duende è una carica esplosiva che va curata.. come?! con la creatività, possiamo chiamarla con questo nome che a me piace tanto, ja'? il duende va sfiorato, va rimescolato, va ascoltato.. è qualcosa che muore se non si tiene vivo!è brace, che va girata..andando alla ricerca della parte che brucia, non accontentandosi, in continua evoluzione..si cresce nel duende!in ciò che si scrive, in cioò che si suona/canta/fotografa..
il duende è vita pura e come tale si trasforma sempre, brucia..è come un tizzone ardente..se lo lasci lì, immobile, prima o poi muore..se invece continui a girarlo ad avvicinarlo al fuoco..ecco, allora prende vita e da dentro, dal cuore più caldo, esce la vita!
ehhhhhhh, janas..tira fuori quella tua bella pagina che spiegava tutto quanto bene, va'!!eheh

Il Massimo ha detto...

@ Marianna. Io non ho detto che Janas è la befana, l'ho solo pensato. Tu l'hai detto ed adesso sono ,, azz .. tuoi ...

Anonimo ha detto...

Ho dovuto leggere su Wikipedia cos'era sto .. az .. di duende ..
Grazie per la collaborazione.
In effetti mi sa che è proprio ...

Il Massimo ha detto...

Carmen così l'indirizzo diventa di dominio
anche di pazzi come me. Ti rendi conto in che guaio ti sei cacciata?
Befana ufficiale (ho visto che cercano già
di spodestarti) non mi hai risposto rispetto al commento n. 30.
Omissione e consiglio di stare alla larga?

Carmen ha detto...

Cara Janas,
se mandi il tuo recapito alla mia casella di posta elettronica, forse, entro la fine dell'anno faccio in tempo a trasformarmi in Befana per inviarti qualche mia pubblicazione.Un modo carino per ringraziarti della bellezza che semini a piene mani sul tuo blog e che ci fa dimenticare, anche se per poco tempo, il volgare resoconto di certe cronache nazionali.
Sempre che tu abbia ancora voglia ( e tempo!)di leggermi...
Un saluto
C.

Ps carissima Carmen scusami se ho fatto il copia incolla del tuo commento, per inserirlo di nuovo senza il tuo indirizzo, ma quanto dice Il Massimo potrebbe essere vero, qui fra noi siamo tutti amici, ma il blog potrebbe essere letto anche da altri che non conosciamo! quindi per tutelarti ed evitare che ti arrivi posta non desiderata, ho salvato il tuo indirizzo email, togliendolo dal commento!!

JANAS ha detto...

Stefi perchè dovrei tirar fuori quella bella pagina??...l'hai spiegato perfettamente! :)
poi certo..ahahahah! Non è colpa mia se Il Massimo è andato a cercare la traduzione su Wikipedia!!

Il Massimo, ultimamente mi stai preoccupando..ahahhaa da quale demone sei posseduto? Devo chiamare l'esorcista??
Ti ho risposto al commento n. 30 da te, dopo la descrizione della festa di Santa Lucia, c'è una profonda riflessione sui pregi e difetti del vivere in paese e in città!
anch'io preferisco la tranquillità della natura e della campagna...ma non per difendere la città, ultimamente anche i paesi stanno perdendo molto della loro semplicità ...;)

Anonimo ora anche tu conosci il Duende!!

Carmen volentieri!! grazie! grazie! :))
ci puoi scommettere che ho voglia di leggerti e il tempo lo trovo di sicuro!!
Ti rispondo per email!
intanto un abbraccio!

carmen ha detto...

Che cosa dirvi? Grazie a te e a Massimo per il "salvataggio" in corner. Evidentemente sono troppo ingenua.O forse abito in un angolo di paradiso (polignano) ,dove se qualcuno perde il telefonino, come è successo a me l'altro giorno, una "perfetta sconosciuta", chiama per riconsegnarlo.
Amo la gente del sud, malgrado tutto quello che se ne può dire, in bene come in male. Per la sua visceralità, immediatezza,impulsività, passionalità. Non sono riuscita a tagliare questo cordone ombelicale che mi lega a questa terra, anche se penso, comunque, che le brave persone vivano in ogni parte del mondo, al nord come al sud : basta cercarle. E non è il solito buonismo pre-natalizio.
Quest'estate ho incontrato una guardia giurata che a Padova ci ha accompagnato al centro della città: da soli non riuscivamo proprio a raggiungere l'albergo e lui si è messo a nostra disposizione : ha percorso tanti chilometri con la sua auto e non ha voluto che gli offrissimo neanche un caffè, per ricompensarlo della gentilezza. Che cosa volete? Sono un'ingenua, ma continuo a credere negli uomini e a pensare che forse sia la nostra diffidenza ad ergere delle insormontabili barriere. E poi credo che la gentilezza sia contagiosa. Il vostro blog ne è una prova, o sbaglio?
Comunque, cara Janas, spero vivamente che ti faccia viva .
C.

JANAS ha detto...

Carmen la gentilezza è contagiosa, certo! e lo credo anch'io!
Condivido tutto quello che scrivi ed è vero che la diffidenza alza muri a volte insormontabili!
di fatto non è che hai fatto qualcosa di pericolosissimo...più che altro rischi di trovarti la posta piena di email che ti invitano ad acquistare il "viagra" ..proposte di viaggi, nonché prestiti agevolati, qualche virus per il computer...beh però quella sul viagra quasi quasi era divertente, era scritta in uno pseudo italiano, tradotto non si sa bene come!!
Si comunque qui puoi stare tranquilla ...abbiamo messo Il Massimo di guardia...
Lui, nonostante ogni tanto provi a fare il burbero, è il classico
can che abbaia ma non morde!!

Maurizio ha detto...

La puglia, con i suoi odori, i suoi colori, i suoi suoni... la nostra Puglia... bistrattata come tutto il Sud... eppure sempre così amata da chi ci è nato...

Il Massimo ha detto...

Magari un po di viagra potrebbe tornare utile. Avete assemblato un bel duetto tu e quell'altra.
Poi vi sistemo io.

Stefi ha detto...

ahhhhhhhhhhahahahahahahahahah
Il massimo, dici a me?!
ehehhhhhhh ma lo sai che ci devi pigliare prima, a me e Janas!eheh voglio proprio vedere..proprio come cantava Vasco VOGLIO PROPRIO VEDERE COME VA A FINIRE! ahahah
ocio..ocio alle spalle..basta solo un saltino.. ahah

Janas ha detto...

JANAS le tue immagini sono sempre suggestive. Hanno un non so che di magico, non sono solo belle inquadrature, bei tagli.
Sono espressive. E' questa la differenza tra "belle foto" e "immagini che raccontano".
Ma tu sei una fotografa professionista? Di sicuro hai studiato. Se non hai studiato fotografia non farlo mai... sei molto brava così.
Cia da Janas

piccolè ha detto...

CHE POSTI MERAVIGLIOSI, MI RICORDANO LE ZONE DELLA SARDEGNA DOVE SONO NATI E CRESCIUTI I MIEI GENITORI! UN ABBRACCIO E A PRESTO.

JANAS ha detto...

Maurizio c'è tanto di bello da salvaguardare nella nostra Italia, ma ora che nemmeno riusciamo a salvaguardare il nostro presente, ho paura che per il passato, per le nostre tradizioni e cultura, le cose andranno sempre peggio!! Qui lo dico e qui lo nego ...perchè spero veramente di aver scritto una grandissima cazzata, che verrà smentita nel futuro prossimo!!

Il Massimo, allora la prossima email sull'argomento la giro a te!! ;)
occhio che se continui potremo diventare un quartetto!!

Stefi..ahahahha! voglio proprio vedere!!

Janas..ahahah mi fa un certo effetto sembra che mi sia fatta i complimenti da sola!! e ora mi accingo anche a rispondermi!!
Comunque no! non ho studiato fotografia...ignoro tutto della fotografia, e anche il manuale credo di averlo letto poche volte, poi è stato tutto sperimentazione: non cosi no! ...e se faccio cosi! ora provo a fare, che succede se.. comunque grazie!! non avrei tempo di studiare, nemmeno se volessi!

Piccolè ciao e Benvenuta! oh beh ...qui c'è molto della Sardegna, c'è il filo del pensiero, ci sono foto, c'è pure l'accento!! :)))

seminarista91 ha detto...

Si è vero, sono davvero versi stupendi, peccato che li faccia conoscere poco a noi suoi alunni. Anch'io infatti ho la fortuna di essere un suo alunno anche se questo è l'ultimo anno... Foscolo, come ci ha insegnato la De Mola, chiedeva "l'arcana melodia pittrice" e questi versi sono davvero evocatori di immagini melodiose che toccano il profondo del cuore per noi innamorati della nostra terra!! Un abbraccio a tutti!! :-)