venerdì 4 gennaio 2008

Aborto

(...)Potrei iniziare questo post ... dicendo che sono molto irritata per le nuove polemiche sull'aborto, potrei dire che ne ho piene le scatole di questi cattolici che vogliono decidere per gli altri cosa è giusto o sbagliato, basandosi su principi che sono solo "loro"; potrei dire molte cose sulle loro GRANDI CONTRADDIZIONI!! Ma più vado avanti e più trovo inutile parlare con chi non ha orecchie per sentire ne occhi per vedere, mi sembra di perdere tempo...confido nell'intelligenza critica della gente che guarda al passato e al presente della Chiesa per capire che la morale sull'importanza della Vita non possono venire a farcela, perché hanno la fedina penale sporca della Santa inquisizione, delle torture, dei roghi e della caccia alle streghe! Perché hanno coperto i preti pedofili ma scomunicano i preti innamorati!!! perché non si devono usare anticoncezionali... ma loro, vanno contro natura quando impongono l'astinenza a preti e suore, se sono dotati come noi degli stessi organi di riproduzione evidentemente il loro Dio non aveva niente in contrario! Ma basta !!! a fare il loro contraddittorio mi sento decisamente stupida! Certo Certo avete ragione Voi : Gli Asini Volano!!! Alcuni poi arrivano davvero molto in alto!

( il brano che segue è di Gore Vidal - Creazione)
(...) I principi primi dell'Universo sono gli atomi e lo spazio vuoto, tutto il resto non è che invenzione dell'uomo. Vi sono illimitati mondi come il nostro. Essi vengono alla luce e muoiono. Ma nulla può nascere dal nulla o tornare a ciò che non è.
Gli atomi essenziali, inoltre sono illimitati in quanto a dimensioni e numero e fanno dell'universo un vortice in cui si generano tutti gli elementi compositi: il fuoco, l'aria, e la terra.
La causa dell'esistenza di ogni cosa è proprio questo vortice incessante, che io chiamo necessità, e tutto accade in relazione ad essa. Il creato, dunque, è una creazione continua (...)
(...) La Creazione non ha ne inizio ne fine, ed esiste, nel suo incessante fluire, in un tempo che è realmente infinito.
Io non ho mai osservato alcuna traccia dell'esistenza del Saggio Signore di Zoroastro, ma egli può ben essere un concetto, traducibile in quel cerchio che rappresenta il cosmo, l'unità primigenia e la creazione (...)

6 commenti:

Dama Verde ha detto...

Li senti i miei applausi? Mi sto spellando le mani :)

Finalmente qualcuno con il coraggio di dire come vanno le cose in questo piccolo mondo... italiano, succursale del grande mondo vaticano.

Come si spiega che tutti ne hanno così paura? Non è forse la chiesa il rifugio dei bisognosi, dei derelitti...? NON LO E'.
E' un'altra casta, che deve continuare ad avere ed ha, POTERE, un enorme potere.

Ciao Janas, un abbraccio.

JANAS ha detto...

beh che dire... grazie! fa piacere sapere di non essere la sola a pensarlo!!
a presto

Soam ha detto...

Mi congratulo con voi e sono felice di sapere che ci sono persone sveglie e piene d'amore! Sarebbe ora di aprire la
mente ed elevare la coscienza vittima dell'oscurantismo...
L'amore è il grande assente nell'animo di tante persone accecate dalla fede e manipolate dal potere di un Dio inesistente che permette di tenere le masse sotto controllo.
E' facile vivere nel politicamente corretto, il mondo si cambia essendo politicamente scorretti.
Namaste Daniel

JANAS ha detto...

cosa intendi per politicamente scorretti?
Non credo di capirti..io quando esprimo le mie idee mi sento molto politicamente corretta perchè sono pronta ad accettare chi la pensa diversamente da me e se ha argomenti convincenti sono pronta anche a cambiare idea!!!
Non mi piace nessuna fede.. nemmeno quelle troppo idealistiche .. attento a non cadere nello stesso errore!!
dubitare... sempre dubitare .. di tutto ... anche di se stessi!!

Soam ha detto...

Grazie Jananas dei tuoi consigli...
Non credo sia peccato esprimere il proprio pensiero dicendo le cose come stanno, la storia e i fatti parlano chiaro..., la fede è un altro discorso, ognuno è libero di credere ciò che vuole con rispetto degli altri. Secondo me, non si tratta di convincere, ma di fornire elementi validi affinchè si possa capire e poi credere.
Siamo stati dotati di un computer biologico che è il cervello, basta usarlo senza pregiudizi.
Un sorriso

Qui sotto un esempio di politicamento scorretto

Provocatoria proposta dell'associazione "Libertà e Giustizia" dopo le recenti parole del Papa
"Ogni giorno l'Aids uccide 8 mila persone che potrebbero essere salvate dal condom"
"Moratoria sull'aborto? Inizi la Chiesa
con quella sul divieto ai preservativi"


Papa Benedetto XVI
ROMA - Ottomila persone muoiono ogni giorno nel mondo per colpa dell'Aids. Molte potrebbero essere però salvate attraverso l'incremento nella diffusione e nell'utilizzo dei preservativi. Per questo motivo, se la Chiesa cattolica ha davvero a cuore la tutela della vita in tutte le sue forme, come ha ribadito il Pontefice chiedendo un giro di vite alle legislazioni sull'aborto, la Santa Sede deve consentire una moratoria del divieto all'uso del profilattico, contribuendo a salvare uomini, donne e bambini dal contagio.

Ad avanzare la provocatoria proposta è il movimento Libertà e Giustizia presieduto da Sandra Bonsanti. "All'indomani dell'intervento del Papa che ha sottolineato il 'carattere sacro della vita umana', collegandolo alla moratoria Onu sulla pena di morte, LeG segue con interesse il dibattito sulla 194 - recita una nota sul sito dell'associazione - affidando agli uomini di scienza il compito di stabilire se la medicina abbia fatto progressi tali da aprire la discussione sullo spostamento dei limiti di tempo per effettuare aborti terapeutici". "Ma - si legge ancora - sottolinea che l'aborto previsto dalla 194 non è un omicidio, trattandosi di una scelta sempre drammatica, spesso obbligata e che è inaccettabile l'equazione moratoria contro la pena di morte uguale a moratoria contro l'aborto".

Libertà e Giustizia introduce quindi il parallelo con la piaga dell'Aids. "LeG ricorda i 40 milioni di persone infettate dal virus Hiv nel 2007 e il fatto che la Chiesa cattolica si oppone da sempre all'uso dei preservativi - afferma ancora l'editoriale - persino nei contesti in cui essi sono indispensabili per evitare il contagio".

"Secondo i dati dell'Organizzazione mondiale della sanità, riferiti al 2007 - afferma ancora l'associazione - sono già 40 milioni le persone infettate dal virus, 8 mila i morti al giorno e 1500 i bambini che contraggono quotidianamente l'Aids. La Chiesa non ha mai revocato quel divieto". Per questo, "LeG chiede che la Chiesa cattolica consenta una moratoria del divieto all'uso del preservativo, per contribuire a salvare uomini, donne e bambini dal contagio Aids, nel rispetto del "carattere sacro della vita umana".

JANAS ha detto...

se è questo che intendi per "politicamente scorretto" ...allora non ci trovo niente di scorretto!! è solo provocatorio! Però so già cosa risponderebbe la chiesa al riguardo...per la chiesa i rapporti sessuali sono ammessi solo per il fine di procreare ...dunque se non c'è il fine di procreare non c'è bisogno di rapporti sessuali!
Niente rapporti sessuali niente Aids!
Un muro alto alto alto!!
Il punto è che non dobbiamo aspettarci che loro cambino idea o progrediscano, qui il punto è che se qualcuno è cattolico segua pure i precetti della chiesa (a suo rischio e pericolo aggiungo io) ma la chiesa non può esigere che lo stato imponga gli stessi precetti come legge anche a chi cattolico non lo è! Lo stato deve essere Laico..ma lo stato .. o parte di esso purtroppo vuole voti.. e qui sorgono altri problemi.. ciao non sono riuscita ad entrare nel tuo blog.. ho l'indirizzo sbagliato?